La carità interpreta le parole e azioni in modo favorevole.
Sabato, 11 Luglio 2020
12 Giugno 2013
SANTI DI FAMIGLIA: Commemorazione del Beato Francesco Drzewiecki e 107 Compagni Martiri.
Il Beato Francesco Drzewiecki, vittima del nazismo di Dachau (13.09.1942), è stato beatificato da Giovanni Paolo II, a Varsavia (Polonia) il 13 giugno 1999, con altri 107 martiri polacchi.

Il Beato Sac. DRZEWIECKI Franciszek, nato da Zduny (Polonia), entrò adolescente nel seminario di Zdu?ska Wola (Polonia). Dopo gli studi liceali e filosofici, nel 1931 andò in Italia, nella Casa madre di Tortona, per il noviziato e gli studi della teologia. Fu ordinato sacerdote il 6 giugno 1936. Spese le sue primizie sacerdotali al Piccolo Cottolengo di Genova Castagna.

Ritornato in Polonia sul finire del 1937, Don Francesco continuò la sua attività di educatore nel collegio di Zdu?ska Wola. Nell’estate del 1939 fu chiamato ad occuparsi della Parrocchia “Sacro Cuore” e del Piccolo Cottolengo di W?oc?awek. Qui lo sorprese l’invasione nazista del 1° settembre 1939 che presto diventò aperta persecuzione religiosa contro la Chiesa cattolica. Il 7 novembre di quel 1939, Don Francesco, con quasi tutto il clero della diocesi, fu arrestato e tradotto in carcere. La lunga ‘via crucis’ di umiliazioni e di sofferenze lo portò in vari campi di concentramento e infine a Dachau. Dai compagni di lager fu ricordato come “uomo buono, sacerdote santo che edificava con la sua cortesia e premura”.

Dopo due anni di stenti, di privazioni, di lavori forzati ed eroica testimonianza di fortezza e di carità fu ucciso il 13 settembre 1942. Mentre lo conducevano alla morte, Don Francesco affermò con serena disposizione: “Noi andiamo... Ma offriremo come Polacchi la nostra vita per Dio, per la Chiesa e per la Patria”. Furono le sue ultime parole. La carità, frutto della sua abituale unione con Dio, costituì il tessuto della sua vita. Lo rese prima chierico esemplare, poi educatore e pastore zelante, infine, lo sostenne ed esaltò nella terribile prova e morte nel lager.

Papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato beato il 13 giugno 1999.

Il 20 giugno 1999, subito dopo la beatificazione, il Card. José  Sariva Martins ha presentato al Santuatio Madonna della Guardia una bellissima omelia in onore del Beato Francesco Drzewiecki.

Anche se la morte del Beato Francesco Drzewiecki è avvenuta con una grande probabilità il 13 settembre del 1942, la memoria liturgica si celebra il 12 giugno (è la data più vicina alla celebrazione della sua beatificazione, avvenuta a Varsavia il 13 giugno1999).

 

Scarica i testi liturgici del Beato Francesco (p. 19).

 

sj.

11 Luglio 2020
DAL KENYA ALLE FILIPPINE SEGUENDO IL CARISMA DI DON ORIONE
Qualche giorno fa sono arrivati in Curia generale Don Mimmo Napoli, rientrato dal Kenya, e Don Fausto Franceschi, arrivato dalle Filippine.
10 Luglio 2020
ARGENTINA: A VICTORIA CONSEGNA DI CIBO PER CHI È IN DIFFICOLTÀ E SOSTEGNO PER I PIÙ SOLI
A Victoria, in Argentina, il rigoroso e prolungato isolamento sociale ha generato una grave crisi economica in molte famiglie, a causa della reale impossibilità di andare al lavoro, spesso in attività
9 Luglio 2020
PARAGUAY: LA COMUNITÀ DI MARIANO ROQUE ALONSO REAGISCE ALLA PANDEMIA
Anche in Paraguay, nella comunità orionina di Mariano Roque Alonso, è stato necessario ripensare e rimodulare tutte le attività a causa della pandemia di Covid-19.
Vedi tutte le foto
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it