La carità non vede confini, né differenze di popoli.
Venerdì, 19 Luglio 2019
21 Marzo 2019
MOZAMBICO, LA COMUNITÀ ORIONINA AL FIANCO DELLA POPOLAZIONE COLPITA DAL CICLONE IDAI
L'Opera Don Orione è vicina alla popolazione del Mozambico che il 14 e il 15 marzo è stata colpita dal devastante ciclone Idai.

Secondo i dati più recenti, diffusi anche dal presidente del Mozambico, il  passaggio di Idai ha causato la morte di almeno 1000 persone.

I chierici dell'Opera Don Orione provenienti dalla zona di Beira – Aderito, Domingos, Elisio, João, Innocenzo, Luis e Paulino –  ora in Costa D'Avorio, Italia e a Maputo (Mozambico), erano preoccupati per la situazione delle loro famiglie. Dopo qualche giorno di isolamento sono riusciti a mettersi in contatto con loro e, grazie a Dio, stanno tutti bene, ma hanno subito gravi danni materiali. I religiosi orionini in Mozambico si stanno organizzando per recarsi nella zona colpita dal ciclone (distante dalle comunità orionine circa 1000 Km), per verificare di persona la situazione e come poter essere d’aiuto.

Il 14 marzo il ciclone si è abbattuto con una velocità di 195 km/h sul centro del Mozambico, arrivando a colpire il giorno dopo proprio l'area in cui le famiglie dei sette religiosi vivono, intorno a Beira. Al momento, le comunicazioni al confine sono interrotte.

Mons. Claudio Dalla Zuanna, arcivescovo di Beira, lo scorso 18 marzo ha firmato un appello della Caritas Nazionale, descrivendo la difficile situazione. "Case, scuole, ospedali e chiese sono senza tetto e in alcuni casi le pareti sono crollate, - racconta - innumerevoli alberi sono caduti su edifici, strade e veicoli, rendendo difficile la circolazione; la rete elettrica e telefonica è stata danneggiata e non è stata ripristinata fino ad oggi; non c'è nemmeno acqua potabile, e il cibo scarseggia, poiché gran parte del cibo è stato rovinato dalle continue piogge o per la mancanza di energia elettrica necessaria per la sua conservazione. Abbiamo informazioni che alcuni fiumi stanno straripando, come nel caso del fiume Búzi e Púngué, essendo al momento il Villaggio di Búzi sommerso. Anche la città di Beira è isolata, poiché l'unica via di accesso terrestre è stata tagliata dalla caduta di un ponte".

L'Opera Don Orione è presente nel Paese sia nella capitale Maputo (di circa 1,5 milioni di abitanti), dove si occupa della parrocchia di S. Giovanni Bosco nel rione Bagamoyo, un quartiere popoloso e povero dove vivono molti giovani e bambini; nel quartiere Zimpeto, dove si trova l'Obra Dom Orione, con 40 bambini con disabilità residenti e 43 non residenti. Sempre nella capitale, si trova il seminario con 24 studenti tra il propedeutico e la filosofia. Intorno alla capitale provinciale di Gaza, Xai-Xai (150.000 abitanti circa), il Don Orione gestisce la parrocchia S. Luigi Orione e ha in fase di avviamento una scuola tecnica professionale.

 

19 Luglio 2019
ARGENTINA: INIZIATA LA “SCUOLA DI FUOCO” A BUENOS AIRES
Sabato 13 luglio 2019 è iniziata a Buenos Aires, in Argentina, la "Scuola di Fuoco" per approfondire la conoscenza del carisma di Don Orione.
15 Luglio 2019
ORDINAZIONI SACERDOTALI A OUAGADOUGOU (BURKINA FASO) E A BAGA (TOGO)
Altri tre confratelli ordinati sacerdoti nella Provincia "Notre Dame d'Afrique": Padre Sanbena Cyprien, Padre Sama Gabriel e Padre Tifilema Jean Paul
13 Luglio 2019
FDP: “NON SONO PIÙ IO CHE VIVO, MA CRISTO VIVE IN ME” (GAL 2,20)
Schede di riflessione comunitaria 2019-2020.
Vedi tutte le foto
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Il nome della famiglia religiosa
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it