La carità interpreta le parole e azioni in modo favorevole.
Sabato, 11 Luglio 2020
17 Ottobre 2015
LIBRI: “Don Orione e il Piccolo Cottolengo Milanese”
È stato pubblicato il libro “Don Orione e il Piccolo Cottolengo Milanese”, che celebra gli 80 dell’Istituto.

Il libro, a cura del Prof. Gabriele Archetti, raccoglie gli Atti dell’Incontro nazionale di studio, che si è tenuto a Milano, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore il 17 gennaio 2014.

Fondato da Don Luigi Orione nel 1933 e benedetto dall’arcivescovo Ildefonso Schuster, questo «transatlantico della carità» o «cittadella della carità e della preghiera», come lo definì il Cardinal Giovanni Battista Montini in occasione di una delle sue visite annuali, ebbe umili origini alla periferia di Milano, dove un tempo sorgeva la villa Restocco dei baroni Monti.

«Il Piccolo Cottolengo - scriveva Don Orione nel 1935 - è come un piccolo grano di senape cui basterà la benedizione del Signore per diventare un giorno grande albero, sui cui rami si poseranno tranquilli gli uccelli», che «qui sono i poveri più abbandonati, nostri fratelli e nostri padroni».

Nel 1937, la modesta casa stracolma di indigenti e oggetto di mille richieste di accoglienza, divenne un articolato progetto, degno della migliore tradizione caritativa ambrosiana, e a farsene carico fu l’architetto Mario Bacciocchi. La fabbrica crebbe unitaria e grandiosa, senza cedimenti a inutili orpelli decorativi, lineare e funzionale agli scopi caritativo-assistenziali per cui era stata pensata, quasi una maestosa costruzione medievale secondo lo stile lombardo, in cotto come la basilica di Sant’Ambrogio. Lo spirito che la animava era quello del Vangelo per «fare del bene a tutti e del bene sempre», come amava dire Don Orione.

Occuparsi del Piccolo Cottolengo Milanese significa ripercorrere un tratto di storia cittadina fatta di grandi famiglie e di una miriade di benefattori che hanno sostanziato con le loro liberalità l’ impegno millenario della Chiesa. Ciò con l’originalità dello stile di Don Orione, che non chiedeva a chi bussava alla porta il nome di battesimo o la fede di appartenenza, «ma soltanto se aveva un dolore». Attualmente il Piccolo Cottolengo si sta trasformando in un moderno centro polivalente, dove, accanto ai tradizionali bisogni legati alla disabilità fisica e psichica, sono ospitati anziani, forniti servizi assistenziali e sanitari e vengono sostenute attività educative a vasto raggio, guardando alle nuove povertà e alle richieste di accoglienza di oggi.

(Gabriele Archetti  (a cura di) ,  Don Orione e il Piccolo Cottolengo Milanese, Collana Quaderni di Brixia sacra/6, Roma-Brescia 2015, pp.368).

ef

 

11 Luglio 2020
DAL KENYA ALLE FILIPPINE SEGUENDO IL CARISMA DI DON ORIONE
Qualche giorno fa sono arrivati in Curia generale Don Mimmo Napoli, rientrato dal Kenya, e Don Fausto Franceschi, arrivato dalle Filippine.
10 Luglio 2020
ARGENTINA: A VICTORIA CONSEGNA DI CIBO PER CHI È IN DIFFICOLTÀ E SOSTEGNO PER I PIÙ SOLI
A Victoria, in Argentina, il rigoroso e prolungato isolamento sociale ha generato una grave crisi economica in molte famiglie, a causa della reale impossibilità di andare al lavoro, spesso in attività
9 Luglio 2020
PARAGUAY: LA COMUNITÀ DI MARIANO ROQUE ALONSO REAGISCE ALLA PANDEMIA
Anche in Paraguay, nella comunità orionina di Mariano Roque Alonso, è stato necessario ripensare e rimodulare tutte le attività a causa della pandemia di Covid-19.
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it