Serbiamo in cuore quel celeste silenzio che nessun rumore del mondo può rompere.
Giovedì, 9 Aprile 2020
17 Febbraio 2020
KENYA: DON DOMENICO NAPOLI RACCONTA LA SUA ESPERIENZA IN AFRICA AL SITO LIVESICILIA
Don Domenico Napoli, parroco orionino della chiesa “Madonna della Provvidenza” di Palermo, è stato inviato dal direttore generale dell’Opera Don Orione, padre Tarcisio Vieira, in Kenya, per seguire la formazione dei novizi nel Paese africano.

Don Domenico Napoli, ha raccontato come sta andando la sua esperienza al sito “Live Sicilia”. Di seguito vi riportiamo l’articolo completo (consultabile al link: https://livesicilia.it/2020/02/16/palermo-don-mimmo-da-palermo-al-kenya-cosi-la-mia-vita-e-cambiata_1117800/):

Don Mimmo se n'è andato, ma prima o poi tornerà, e non deve essere stato facile per lui un cambiamento così repentino, ma nemmeno per i suoi parrocchiani.

Don Domenico Napoli, parroco della chiesa “Madonna della Provvidenza” che i palermitani chiamano “Don Orione”, è sempre stato un viandante. Arrivato dalla Calabria, tifosissimo del Catanzaro di Bivi e Palanca, raccontò a chi scrive, un giorno, come aveva abbracciato Dio: “Suonavo il clarinetto in mi bemolle, studiavo al conservatorio ed ero pure bravino. Una sera, nella chiesetta del mio paese, è arrivata la vocazione. Ho guardato con occhi nuovi don Paolo, il nostro parroco. Esiste forse un modo migliore - mi sono detto - per aiutare il prossimo e per prendersene cura, senza togliere nulla al resto? Così, la mia esistenza è cambiata e mi sono fatto prete”.

Da questa estate vive in Kenya, paese tribolato, di guerre civili interrotte da scarni periodi di pace. Don Mimmo, che ci fai laggiù? “Mi trovo a Meru a più di duecento chilometri a nordest di Nairobi. Sono arrivato a giugno. Il mio padre generale mi ha chiesto di venire qua per un anno. Abbiamo una nuova comunità in Kenya. Siamo quattro confratelli: il superiore, Morris, e parroco è del Kenya, il vicario parrocchiale, Paulin, è dell'Albania; io che mi occupo della formazione dei novizi e un altro confratello kenyota, Gideon, che mi aiuta e che è l'economo. Sono qui per i ragazzi che hanno chiesto di entrare nella congregazione di Don Orione. Li preparo per il cammino. Alla fine dell'anno, gli idonei professeranno i voti religiosi”.

Un viaggio, anzi, una missione, coerente con la passione del cuore e dell'intelletto che don Mimmo ha sempre mostrato e con le sue predicazioni intessute del valore dell'accoglienza e del dono. E' rimasta famosa una sua omelia poco accomodante e necessaria: “Gesù non si può equivocare: avevo fame e mi avete dato da mangiare, ero forestiero e mi avete accolto. Non ha detto: ero forestiero però... C'è un egoismo che serpeggia anche nella comunità ecclesiale, ma chi pensa che non siamo tutti fratelli, non ha motivo di pregare con il Padre nostro”.

E adesso don Mimmo confessa: “Certamente ho sentito la sorpresa iniziale, ma poi ho collegato alcune cose. Il tema pastorale scelto con la comunità parrocchiale l'anno scorso era 'alzati e va ...'. Mi chiedevo cosa potesse significare la frase, che è tratta dagli Atti degli Apostoli. Beh, la risposta del Signore è arrivata con la voce dei miei superiori. Tanti timori, certo, ma anche tanta pace e gioia”.

Cosa si sarà portato dalla sua città adottiva il prete-viandante? “L'abbigliamento, le medicine, a Nairobi è possibile trovare alcuni volumi utili nella libreria San Paolo. Ho trovato l'essenziale, non come lo pensiamo noi. La speranza, qui come altrove, è nei ragazzi e giovani. Il Kenya è un paese fortemente in crescita che cerca di investire sulla scuola. Anche noi accanto alla parrocchia, che ha altre quattro cappelle attorno, costruiremo una scuola professionale. La speranza cresce pure nella formazione, nello studio. E la gioventù si impegna molto. Ti mando un affettuoso saluto e la mia benedizione”. Arrivederci, don Mimmo.

9 Aprile 2020
MILANO: AL PICCOLO COTTOLENGO, ANCHE IL DIRETTORE IMPEGNATO NEI REPARARTI ISOLATI PER COVID-19
Don Pierangelo Ondei, Direttore del Piccolo Cottolengo Milanese, impegnato in prima linea con gli operatori che lavorano nei reparti dell’istituto, isolati per l’emergenza sanitaria.
8 Aprile 2020
SPAGNA: A POSADA DE LLANES GLI ORIONINI IN AIUTO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ A CAUSA DEL COVI-19
Il Centro Don Orione e l’Associazione “El Patiu” di Posada de Llanes stanno collaborando con diversi enti e associazioni locali per aiutare le persone che, a causa della pandemia di coronavirus, sono
7 Aprile 2020
DALLE FILIPPINE L'APPELLO DEGLI ORIONINI PER SOSTENERE I PIÚ POVERI PRIME VITTIME DEL COVID 19
Qualche giorno fa, Padre Julio Cuesta, missionario orionino a Montalban, ci informava sulle conseguenze che la pandemia di coronavirus avrebbe avuto nelle Filippine, dove ormai il numero dei contagi s
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
La vita
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it