La Provvidenza divina sempre sa trarre da ogni male grandissimi beni religiosi e sociali.
Martedì, 5 Marzo 2024
15 Gennaio 2013
FDP: 25 anni fa moriva Don Giuseppe Zambarbieri, 3° successore di Don Orione
Si spense alla Clinica Columbus di Roma il 15 gennaio del 1988. Sarà ricordato con una solenne celebrazione a Pecorara (Piacenza), domenica 20 gennaio.

Oggi Don Giuseppe Zambarbieri è stato ricordato con la Messa di suffragio nel Santuario della Madonna della Guardia nella cui cripta è sepolto.

Sono trascorsi 25 anni dalla sua morte. Era il 15 gennaio 1988. Nel 1980, un infarto ne aveva limitato prematuramente l’attività che egli continuò solo con la parola, con il contatto epistolare e, so­prattutto, con la preghiera.  Don Giuseppe Zambarbieri fu superiore generale dal 1963 al 1975.

Nel 1988, mi trovavo nella comunità della Parrocchia Mater Dei di Monte Mario. Don Zambarbieri si trovava nella comunità dei “Mutilatini”. Ci vedevamo alla sera, a cena, quando tornavo dal mio lavoro in Vaticano. I nostri discorsi a tavola riguardavano quasi sempre Don Orione e qualche notizia della Chiesa. Mi incaricava di piccole commissioni in Vaticano. Il 13 gennaio, tramite il suo fidato Don Pierino Stefani, mi fece giungere dal policlinico Gemelli, dove si trovava ricoverato per controlli ed accertamenti, una busta da consegnare a Mario Agnes, direttore dell’Osservatore Romano. Due giorni dopo, inaspettatamente, è mancato. Ne accompagnai i funerali sia al Centro Don Orione di Monte Mario che alla Parrocchia di Ognissanti, presieduti dal Vicario di Roma Camillo Ruini.

Don Giuseppe Zambarbieri nacque a Pecorara (Piacenza), il 26 novembre 1914, in una famiglia dove regnavano fede, amore e laboriosità. Oltre a lui divennero sacerdoti anche i fratelli Angelo, poi vescovo di Guastalla, e Alberto anch’egli orionino.

Quando si pensa a don Giuseppe si pensa ad una immagine vivente di Don Orione perché di lui interiorizzò le virtù e l’entusiasmo per le “cose di Dio”: l’amore alla Chiesa, la fedeltà al Papa, la devozione alla Madonna, l’attenzione verso gli ultimi… sono stati i grandi ideali che egli fece propri stando vicino a don Orione. Seppe lasciare nella gente un profumo di santità e di umiltà amabilissimo ed edificante.

Spesso, viaggiando anche fuori Italia, mi capita di incontrare confratelli e amici che lo ricordano e confidano qualche episodio rimasto indelebile e sue parole piene di luce e di conforto.

Ho ascoltato più volte da Don Pietro Stefani, confratello ora di quasi 99 anni, un episodio molto significativo.

"Tortona maggio 1934, tutta la comunità religiosa era riunita per la cena nel grande refettorio dell’Istituto Paterno. Ad un certo momento entra nella sala un giovane che sale sul piccolo palco riservato ai superiori. Colloquia con Don Orione qualche minuto ed esce, e subito noi chierici ci siamo alzati in piedi per riverirlo. Don Orione, com’era suo modo di fare quando voleva il silenzio, batteva con il coltello un bicchiere e domandava a noi tutti: “chi di voi conosce quel giovane? Perché vi siete alzati in piedi anche quando è uscito?” Nessuno risponde. Don Orione insiste: “Chi lo conosce? Perché vi siete alzati in piedi?” Don Orione riprende la parola e dice: “Vi dico io chi è quel giovane! Quando vi trovate davanti ad una persona pura di cuore, con mente pura e riso puro, vi assicuro che bisogna alzarsi e riverirlo come avete fatto voi quando è entrato ed uscito… Tenetelo da conto!”. Eravamo tutti scossi e stupiti di quelle parole".

Ricorderemo Don Giuseppe Zambarbieri domenica 20 gennaio prossimo, a Pecorara (Piacenza) suo paese natale. Oltre a familiari, paesani e confratelli, sarà presente il Consiglio centrale degli Ex Allievi al completo. Ad Amici ed Ex allievi egli dedicò tante cure del suo cuore sacerdotale.

Don Flavio Peloso

5 Marzo 2024
Messina: La festa dell’appartenenza
Una settimana di preparazione per una importante festa della comunità orionina a Messina, la festa dell'appartenenza.
4 Marzo 2024
Cile: L'incontro dele Equipe Direttive delle Opere orionine
Nei giorni 26 e 27 febbraio, si è svolto presso la Casa di Betania a Rancagua, l'incontro delle Equipe Direttive che gestiscono le Opere orionine in Cile.
3 Marzo 2024
Don Ettorre Paravani compie 100 anni
Oggi, 3 marzo 2024, il sacerdote orionino Don Ettore Paravani compie 100 anni. A lui gli auguri da parte di tutta Famiglia carismatica orionina.
Don Giuseppe con Papa Giovanni XXIII e il fratello vescovo Angelo
Celebrazione al Santuario della Guardia di Tortona
MENU RAPIDO Credits
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Inviaci una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Frate Ave Maria
Figli della Divina Provvidenza
La storia degli 11 cammelli
La vita
Don Orione oggi
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy