Lo spirito di Dio è spirito di pace.
Martedì, 4 Agosto 2020
9 Ottobre 2015
La qualità apostolica delle opere: una sfida per religiosi e laici.
Relazione di Don Flavio Peloso al Convegno "Religiosi e laici oltre il bisogno: la trasmissione del carisma". Roma, 7 ottobre 2015.

Roma, 7 ottobre 2015. Il Superiore generale Don Flavio Peloso ha partecipato a un interessante convegno promosso dalla “Commissione salute” dell'Unione dei Superiori (USG) e delle Superiore (UISG) generali sul tema: “Laici e religiosi oltre il bisogno. La trasmissione del carisma”. Erano presenti una cinquantina di Consigliere e di Consiglieri generali di diverse Congregazioni religiose particolarmente impegnate nelle opere di carità di tipo sanitario e socio-assistenziale. Don Flavio Peloso è intervenuto presentando l’esperienza e il cammino della Congregazione orionina negli ultimi 12 anni con una relazione dal titolo:  “La qualità carismatica delle opere di carità:  una sfida per religiosi e laici” (a lato, scarica il power point).

È convinzione condivisa che l’esercizio delle “opere di carità” ha oggi bisogno di autenticità carismatica e di rilancio nell’impostazione e nella gestione per non perdere la qualità spirituale e apostolica che identifica e giustifica tali opere.

Bisogna “passare dalle opere di carità alla carità delle opere”, ha detto Don Flavio citando Don Orione. “La riappropriazione carismatica delle opere è una delle grandi sfide cui sono chiamati gli Istituti di Vita consacrata che hanno la dimensione diaconale insita nel proprio carisma. Devono vincere questa sfida, e possibilmente in tempi brevi, perché non hanno futuro le congregazioni a scarsa qualità carismatica” (VC 63).

Proprio per rispondere a questa sfida, nei recenti due Capitoli generali della Congregazione orionina “è nato un progetto d’insieme per accompagnare l’evoluzione del rapporto comunità – opere apostoliche e l’evoluzione della gestione delle opere affinché siano testimonianza, ‘fari’, ‘pulpiti’, ‘predica’ della carità di Cristo e della Chiesa anche nelle nuove situazioni e condizioni attuali”.
Il cambiamento avvenuto, e in corso, nella Congregazione orionina “non è stata la scelta di qualche pioniere lungimirante – ha osservato Don Peloso - , ma il cammino emerso dal discernimento, prima, e dalle decisioni di due Capitoli generali (2004 e 2010), poi, ed è portato avanti in sinergia dai governi generale e provinciali, mediante i vari strumenti collegiali di formazione e rinnovamento: assemblee di programmazione e di verifica, incontri provinciali dei direttori, segretariati generale e provinciali e persino mediante i quaderni di formazione permanente dei religiosi”.

Dopo avere illustrato le nuove forme di gestione, il Superiore generale ha richiamato l’attenzione dei convegnisti su tre scelte strategiche comuni alle nuove forme di gestione su cui si è impegnata la Congregazione:
         1. Attivazione e ruolo del consiglio d’opera.
          2. Gestione apostolica su base di indicatori carismatici.
          3. La formazione dei dipendenti e dei collaboratori

A questa relazione principale hanno fatto seguito due altre esperienze particolari.
La prima è stata quella dell’Ospedale “Comboni Samaritan”, in Uganda, dove la collaborazione tra Suore della Nigrizia e Laici si è attuata sotto il segno del martirio di quanti sono morti per curare e assistere alla terribile onda epidemica dell’ebola.
E stato successivamente presentato il “Modello di gestione condiviso e compartecipato” attuato nella gestione della Piccola Casa del Cottolengo di Torino. L’esperienza ha trasmesso la fiducia che si può, oggi, gestire istituzioni caritative che uniscano la qualità del servizio e la qualità carismatica.
La intensa mattinata di confronto è proseguita con la condivisione e le proposte in piccoli gruppi.

24 Aprile 2017
Festa di S. Luigi Orione
Lettera dei Superiori generali P. Tarciso Vieira FDP e Madre M. Mabel Spagnuolo PSMC, in occasione della commemorazione liturgica di San Luigi Orione, 16 maggio 2017.
5 Febbraio 2017
125° dell’apertura dell’Oratorio San Luigi di Tortona (IT-PT-SP)
Lettera del direttore generale P. Tarcisio Vieira e di P. Fernando H. Fornerod circa il 125° anniversario dell'apertura del primo Oratorio di Don Orione.
10 Ottobre 2016
Devo tenere i vostri cuori aperti verso Dio!
Lettera ai laici del MLO presenti alla VI Assemblea ordinaria. Cile, ottobre 2016.
documento La qualita carismatica delle opere di carita
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it