Vale di più un grado di umiltà che cento di fervore.
Mercoledì, 12 Dicembre 2018
TARRAGONA (Spagna), 13 Ottobre 2013
MARTIRI SPAGNOLI: Padre Ricardo Gil e Antonio Arrué Peirò proclamati Beati.
La beatificazione è avvenuta a Tarragona, il 13 ottobre 2013. Messaggio di Papa Francesco. La Famiglia Orionina in festa.

“Oggi, a Tarragona, in Spagna, sono stati proclamati Beati circa cinquecento martiri, uccisi per la loro fede durante la guerra civile spagnola degli anni Trenta del secolo scorso. Lodiamo il Signore per questi suoi coraggiosi testimoni, e per loro intercessione supplichiamolo di liberare il mondo da ogni violenza”.
Con queste parole pronunciate all'Angelus, Papa Francesco si è unito spiritualmente alle migliaia di fedeli che hanno potuto vederlo e ascoltarlo all’inizio della celebrazione di beatificazione dei Martiri spagnoli, tenuta presso il Complesso Educativo di Tarragona. Ha presieduto l'Eucarestia il Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi e rappresentante di Papa Francesco per la Beatificazione, il Cardinale Angelo Amato.

Sono stati beatificati 522 martiri, uccisi “in odium fidei. Tra i nuovi beati ci sono anche i due religiosi della Piccola Opera della Divina Provvidenza di Don Orione, Padre Riccardo Gil Barcelón e Antonio Arrué Peiró. A festeggiarli, c'erano a Tarragona anche 400 orionini di Spagna e una rappresentanza venuta dall'Italia e da altre nazioni, guidati dal Postulatore Don Aurelio Fusi.

La celebrazione delle Beatificazioni si è tenuta a Tarragona perché è da questa Diocesi spagnola che provengono ben 147 dei martiri beatificati oggi dalla Chiesa; tra di essi c’è il vescovo Don Manuel Borras e 66 sacerdoti.  

Questa celebrazione di tanti eroici testimoni della fede si iscrive e assume un particolare significato alla conclusione dell’Anno della fede.
Per l’ occasione il Papa ha inviato un video-messaggio trasmesso all'inizio della cerimonia. Papa Francesco spiega chei martiri “Sono cristiani conquistati da Cristo, discepoli che hanno imparato bene quel “amare fino all’estemo” che ha portato Gesù fino alla Croce.”  Perchè, spiega il Papa non esiste amore a fette, l’amore è totale. E ad ha aggiunto “Cristo ci precede nell’amore e i martiri lo hanno imitato nella croce”.
Poi ha aggiunto: "dobbiamo sempre uscire da noi e aprirci a Cristo, non dobbiamo essere cristiani mediocri ed egosti, dobbiamo essere battezzati fedeli e chiedere la intercessione dei martiri per essere cristiani concreti di fatti e non di parole".
 

Per Padre Ricardo Gil Barcelòn, personalità ricca e inquieta, prima di incontrare Don Orione era stato soldato nelle Filippine, poi qui divenne sacerdote. Ritornò in Spagna, ma non gli bastava essere prete di stola e di parrocchia. Si avvicinò ai francescani, fece il noviziato con i Domenicani, peregrinò a piedi a Roma in povertà e penitenza. Qui, nel 1904, incontrò Don Orione e trovò finalmente il suo posto di "prete di stola e di lavoro", di dottrina e di carità.
Padre Riccardo trovò la pace interiore, perché aveva capito che con lui essa poteva dare i migliori frutti. Da quel momento, tutto è cambiato per Padre Ricardo. 
Non sapeva tuttavia che il miglior frutto della sua vita sarebbe stata la palma del martirio. Di fronte ad essa Padre Ricardo non ha esitato neanche un secondo a gridare, di fronte all'odio e ai fucili, Viva Cristo Re!

Per il giovane Antonio Arrué Peirò, giovane rimasto senza gentori e senza famiglia, fu determinante l'incontro con Padre Riccardo Gil. Da beneficiato divenne con lui benefattore di tanti poveri, bisognosi di aiuto e di cuore che venivano accolto nel povero Ostello che i due apersero ai margini di Valencia, città che divenne la capitale della repubblica socialista e dell'odio anticristiano. Antonio attendeva di andare a Tortona per il noviziato. Non fece in tempo: fece la sua professione religiosa con il martirio, assieme a Padre Riccardo, il 3 agosto 1936.

Video sui Martiri orionini.

Testo del video-messaggio del Papa per la beatificazione dei Martiri spagnoli

"Anche voi berrete il mio calice", biografia di P. Riccardo Gil e Antonio Arrué

"Vida cristiana, vida martirial", power point di presentazione della vita e del martirio dei due Martiri orionini.

Decreto di Beatificazione dei martiri orionini spagnoli

sj.

11 Dicembre 2018
GENOVA: VISITA DEL DIRETTORE GENERALE ALLE STRUTTURE ORIONINE
Sabato 8 e domenica 9 il Direttore generale Padre Tarcisio Vieira si è recato a Genova per il tradizionale incontro natalizio con la famiglia orionina genovese.
11 Dicembre 2018
ROMA: DON WALTER GROPPELLO È IL NUOVO PARROCO DI OGNISSANTI
Il 7 dicembre 2018, presso la chiesa di Ognissanti di Roma, la comunità parrocchiale ha accolto il nuovo pastore, Don Walter Groppello, fino a giugno scorso Economo della Provincia religiosa orionina
10 Dicembre 2018
BRASILE: A BELO HORIZONTE ORDINATO SACERDOTE IL DIACONO WELLINGTON
Sabato 8 dicembre è stato ordinato sacerdote il Diacono Wellington Martins Gomes, nel corso di una celebrazione che si è tenuta nella parrocchia “Nostra signora della Divina Provvidenza” di Belo Horiz
Come P. Ricardo Gil si e' incontrato con Don Orione
MENU RAPIDO Credits
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Case di don Orione
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy