All'urlo degli insani, che mirano ad accendere l’odio nel cuore del popolo, opponiamo l'armonia e la carità delle nostre preghiere.
Martedì, 7 Luglio 2020
10 Aprile 2009
Leggendo la lettera del Papa… che stretta al cuore!

Leggendo la lettera del Papa… che stretta al cuore!!!

 

È mai possibile che, appena appresa una notizia, senza riflettere abbastanza, non solo, ma senza nutrire fiducia nel Sommo Pastore che, a dir il vero, non ha mai mostrato superficialità in parole e in decisioni, senza tener conto dell'atto di fede cristiana che ammette e crede profondamente nell'assistenza dello Spirito Santo a favore di Chi deve reggere e guidare la barca di Pietro, ci possa scagliare contro?

Un vero cristiano si sente ribollire il sangue nelle vene, alla notizia che Prelati, oltre che pensatori e civili, si siano scagliati contro decisioni del Sommo Pontefice senza prima esaminarle, meditarle, come ha fatto fare il nostro Amatissimo Santo Padre con le sue parole pacate, chiarificatrici, espressione di un giustificato amore misericordioso.

Commuovono il cuore dei veri figli le parole del Papa: “… Mi sento perciò spinto a rivolgere a voi, cari Confratelli, una parola chiarificatrice, che deve aiutare a comprendere le intenzioni che in questo passo hanno guidato me e gli organi competenti della Santa Sede. Spero di contribuire in questo modo alla pace nella Chiesa”

E poi ancora: “ Sono rimasto rattristato dal fatto che anche cattolici, che in fondo avrebbero potuto sapere meglio come stanno le cose, abbiano pensato di dovermi colpire con un'ostilità pronta all'attacco”

Quanta umiltà e pazienza in queste parole! L'espressione di dolore del Santo Padre ci muove alla disapprovazione di quanto detto e scritto da figli degeneri, ma non vogliamo erigerci a giudici, è questo diritto solo del Creatore, ma ci stringiamo filialmente attorno alla figura del Papa, gli protestiamo fedeltà e attaccamento senza confini, fedeli non solo alla spiritualità orionina tutta papalina, ma anche in fedele osservanza del nostro 4° voto di fedeltà al Papa.

Ogni figlio/a di Don Orione ha letto, meditato, approfondito la lettera del Santo Padre e ne ha sofferto immensamente. La nostra solidarietà al Vicario di Cristo si vuole esplicare, in questo momento più che mai, in preghiere, ore di adorazione, invocazioni al Signore perché conforti il cuore del Santo Padre, dia luce a chi ha la vista annebbiata e la mente distratta d'altro, ottenga pace, serenità unità alla nostra santa Madre Chiesa.

Concetta Giallongo

19 Giugno 2014
CONCETTA GIALLONGO: Una laica orionina che ha voluto diventare santa.
Ricordi e testimonianze della Responsabile generale dell'Istituto Secolare Orionino (1925-2013).
1 Maggio 2009
MISSIONE: che significa?
15 Aprile 2009
Don Terzi: un Superiore… un Padre.
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it