Non scordiamoci un solo momento della presenza di Dio.
Mercoledì, 24 Aprile 2019
23 Febbraio 2006
Relazione dell'Incontro Eqipe Direttiva MLO, Cotia 2006

Cotia, 20 al 23 febbraio 2006

INFORMAZIONE SUL II INCONTRO
DELL' ÉQUIPE DIRETTIVA
DEL COORDINAMENTO CENTRALE
DEL MLO

 

Come già informato, nei giorni dal 20 al 23 febbraio di quest'anno, nell'Istituto Teo-logico Dom Orione (ITEDO) di Cotia (San Paolo – Brasile), si è riunita l' Équipe Diret-tiva del Coordinamento Centrale del MLO.

In primo luogo, ringraziamo il Padre Freitas, e i chierici per l'accoglienza e la disponibilità durante quei giorni. Ringraziamo anche i laici della Casa, che ci hanno ac-compagnato, la Superiora Provinciale delle PSMC e tutte le religiose con le quali abbiamo condiviso il pranzo, i religiosi e le religiose del Cottolengo per la loro compagnia.

1. Nella riunione erano presenti:

  • Sig. Miguel Esser, Coordinatore Generale del MLO.
  • Sig. Alejandro Bianco, segretario dell'Équipe Direttiva.
  • Sig. Angelo Matteucci, tesoriere dell'Équipe Direttiva.
  • Sr. M. Gabriella Lisco, Consigliera Generale delle PSMC, incaricata del MLO.
  • Fr. Jorge Silanes, Consigliere Generale dei FDP, incaricato del MLO.

* La Sig.ra. Gisela Gomes non ha partecipato causa malattia.

2. Lettura del verbale della riunione precedente (Claypole, marzo 2005).

3. Un momento significativo della nostra permanenza in San Paolo, è stata la riunione con i Coordinatori del Brasile ed i Consiglieri incaricati del MLO. Erano presenti:

  • Sig. Geraldo Scano.
  • Sig.ra. Marly Tokarski.
  • Sig.ra. Inés Damasceno.
  • P. José Deboita.
  • P. Geraldo Días.
  • Hna M. Leoniza di Brito Travasa.

È stato un incontro molto fecondo, dove si è parlato della realtà del MLO e sulla necessità di adeguare la struttura dei Coordinamenti del territorio del Brasile, secondo quanto indicato nella Carta di Comunione (1) ed i criteri esposti in una lettera inviata il 10 di novembre di 2005 ai Consiglieri Provinciali ed ai Coordinatori del MLO del Brasile. Si è insistito affinché tale adeguamento fosse concluso prima dell'Aprile 2007.

4. Dopo abbiamo cominciato ad analizzare distinti temi:

 

a) Costituzione dei Coordinamenti del MLO

Come è detto nella Carta di Comunione , “il Movimento Laicale Orionino (MLO) è la aggregazione di laici in cammino di comunione ecclesiale che, associati o non, vivono il carisma di Don Orione nelle loro particolari situazioni e stati di vita e condividono con la Famiglia orionina la missione di Instaurare omnia in Christo (Ef 1, 10)”.(2)

Il fine specifico del MLO si raggiunge “in particolare con l'accompagnare, l' animare e il formare al carisma i membri, rispettando la storia e le forme di partecipazione di ognuno”(3); e “il Movimento ha il suo elemento unificante nell'adesione alle idee-forza di Don Orione”.(4)

“Per realizzare la propria identità” e portare avanti la sua missione, il MLO “opera con una struttura organizzativa flessibile, dinamica ed essenziale che, ai vari livelli - locale, provinciale, centrale - svolge funzione di coordinamento, animazione e formazione”.(5)

In questa struttura organizzativa si sottolineano i coordinamenti locali, che sono “ il cuore del MLO. È composto da rappresentanti eletti da ciascun gruppo laicale che, a loro volta, eleggono uno o più Coordinatori locali, e da uno o più assistenti spirituali. Ha funzione di animazione, formazione e comunicazione tra le varie associazioni e gruppi laicali che partecipano e/o lavorano attorno ad un'opera specifica, coordinandoli fra loro e con le altre realtà ecclesiali e civili”.(6)

A sua volta, i Coordinamenti territoriali sono costituiti “dall'équipe dei coordinatori locali e/o zonali, dagli assistenti spirituali e dai Consiglieri provinciali incaricati che eleg-gono uno o più Coordinatori provinciali e la segreteria operativa. Ha funzione di pro-grammazione, animazione e verifica del cammino, stabilendo criteri comuni per la forma-zione al carisma…”.(7)

Con l'obiettivo di conoscere la realtà dei diversi coordinamenti territoriali, si era inviata nel giugno del 2005, un'inchiesta ad ognuno di essi. Delle tredici inchieste inviate, abbiamo ricevute nove risposte, che ci sono state molto utili. Le risposte ricevute saranno inviate in allegato per essere conosciute da tutti. Dall'analisi delle risposte possiamo tirare alcune conclusioni:

•  A 13 anni dal lancio del MLO, e a soli tre dall'approvazione della Carta di Comu-nione , si comprende sempre più il posto che il MLO ha nella famiglia orionina e la conoscenza della Carta di Comunione , tanto tra i religiosi come nei laici.(8) Esiste oggi un maggiore senso di appartenenza al MLO e alla Famiglia Orionina, ma ancora questo sviluppo non è completamente autonomo rispetto alle Congregazioni Religiose. Ovviamente questo varia nei diversi Paesi.

  • Ci sono alcune difficoltà che sono proprie di culture, realtà socioeconomiche e politiche diverse che dobbiamo assumere. Devono considerarsi anche le distanze, distinte residenze e lingue e la realtà dei laici che appartengono ad un paese che ha dipendenza di una Provincia Religiosa di un altro paese.
  • Per quanto detto, è comprensibile, dunque, che le strutture organizzative territoria-li, come anche il Coordinamento Centrale, non si siano consolidati o in via di con-solidamento.
  • C'è ancora una lunga e faticosa strada da percorrere per costituire i Coordinamenti locali . Pertanto incoraggiamo vivamente la sua costituzione, poiché sono il "cuore del MLO."(9)
  • Si è ribadito il criterio di territorialità per la Costituzione dei Coordinamenti - ai quali allude la Carta di Comunione - "provinciali e/o interprovinciali"(10) come è stato stabilito nell'Incontro dei Consigli Generali di FDP, PSMC, ISO E MLO (3- 4 dicembre 2004) e ribadito da Don Flavio Peloso nella sua lettera circolare: "La vita religiosa: al centro, in prima linea" (9 gennaio di 2005). Si veda anche quanto è stato detto nella 1 a Riunione dell'Équipe Direttiva del Coordinamento Centrale del MLO (17-20 marzo 2005).
  • In merito a questo, si è detto che è necessario avere i Coordinamenti territoriali del MLO - secondo quanto indicato dalla Carta di Comunione - non oltre Aprile del 2007 .

 

b) Progetto Formativo

Abbiamo già una prima bozza del Progetto Formativo, redatta dalla Sig.ra. Gisella Gomes; data l'importanza del tema, lo studio continua.

D'altra parte e come elemento importante nella formazione, incoraggiamo il lavoro nelle diverse comunità con il Sussidio per la formazione permanente della famiglia orio-nina per l'anno 2005-2006: "Avanti, guardando in alto, a Dio”. Fedeltà creativa alla nostra vocazione nell'amore di Dio" , che è stato opportunamente inviato e "che si adat-terà secondo la realtà di ogni nazione, con programmazioni e pianificazioni adeguate".(11)

 

c) Logo del MLO

Quanto al logo , che c'identifichi come Movimento e dove simbolicamente possiamo esprimere la nostra realtà come appartenenti alla famiglia di Don Orione ed alla Chiesa, si sono presentate distinte proposte e si è deciso di promuovere la partecipazione di tutti i Coordinamenti territoriali - con la presentazione di idee - per scegliere il logo definitivo.

 

d) Aspetti economici

La Carta di Comunione nel n. 26 dice che “ogni coordinamento, animato da grande fiducia nella Divina Provvidenza, cercherà adeguate fonti di finanziamento, per creare un fondo cassa necessario per le spese della formazione, delle strutture organizzative e per interventi di solidarietà. A ogni livello sia garantita un'amministrazione trasparente.”

Per questo motivo il tesoriere dell'Équipe Direttivo del Coordinamento Centrale del MLO, Angelo Matteucci, ha inviato il 20 di ottobre 2005 un studio di Regolamentazione economica ed una ulteriore inchiesta ai coordinamenti, affinché si esprimesse l'opinione sul tema.

In riferimento a questa inchiesta hanno risposto solo tre coordinamenti territoriali; pertanto non abbiamo un'informazione sufficiente, ma si presume che le realtà e le possi-bilità economiche sono molto diverse, il che ostacola un accordo sul progetto economico in questo il momento.

Ad ogni modo, si è ribadito che si dovrà realizzare qualche progetto che sia espres-sione, in questo ambito, di comunione e solidarietà, in base ad alcune idee già esposte dal tesoriere Angelo Matteucci:

  • È necessario creare un sistema economico regolato con chiarezza ed equità.
  • Questo sistema deve essere chiaro, trasparente, agile.
  • Deve rispecchiare impegno, senso di appartenenza e di responsabilità.
  • Deve esserci gran rispetto e carità per il tesoriere di turno.
  • Il motore fondamentale del sistema economico è il coordinamento locale.

 

e) Coordinamento Centrale

Si è deciso di realizzare un Incontro del Coordinamento Centrale del MLO (tutti i Coordinatori territoriali con l'Équipe Direttiva) nei giorni 16-18 ottobre 2007 a Madrid , al termine della conclusione dell'Assemblea Generale di Verifica dei FDP, con il fine di trattare distinti temi (rispettando le competenze) e procedere all'elezione del nuo-vo Coordinatore Generale dell''Équipe Direttiva, secondo quanto stabilito ad Ariccia (Roma) nel giugno 2004.

 

f) III Incontro Internazionale del MLO

Nel mese di agosto del 2008 si terrà in Tortona il III Incontro Internazionale del MLO: "Laici sui passi di Don Orione".

L'obiettivo di questo Incontro Internazionale è facilitare un'istanza di conoscenza vicendevole, scambio di esperienze, formazione ed itinerario carismatico.

Si invierà una lettera ai Coordinamenti territoriali dell'Italia, invitandoli ad inca-ricarsi degli aspetti pratici circa l'organizzazione e l'accoglienza.

 

g) Famiglia orionina

La Carta di Comunione nel n. 24 afferma: “Il MLO, che ha una struttura organiz-zativa propria e autonoma nell'ambito del suo ordinamento, tenda a instaurare tra le varie componenti della famiglia orionina rapporti di intesa piena e di fiducia, rendendo più facile e più fruttuosa la collaborazione.”

Pertanto, si è visto conveniente che l'Équipe Direttiva del Coordinamento Centrale del MLO partecipi alla Riunione dei Consigli Generali di FDP, PSMC ed ISO, che si terrà a Roma nel mese di dicembre di questo anno e colga l'opportunità per prendere contatto con i Coordinamenti territoriali d'Italia, per trattare del riconoscimento pontificio e della prossima elezione dell'Équipe Direttiva del Coordinamento Centrale del MLO.

 

h) Riconoscimento canonico

Un compito, che abbiamo affrontato con molto impegno, è stato quello di riuscire ad ottenere il riconoscimento canonico del MLO come Movimento di laici della Chiesa Catto-lica.

Questa domanda di riconoscimento trova fondamento nell'indicazione che si fa nel n. 19, punto 3, della Carta di Comunione : “Come laici del MLO intendiamo” (…) “ rappresentare unitariamente i laici, quale componente della Famiglia orionina, nei rapporti interni ed esterni alla PODP” .

A sua volta, la Costituzione apostolica Pastor Bonus , quando si riferisce al Consiglio Pontificio per i laici afferma: “Nell'ambito della propria competenza il Consiglio tratta tutto quanto concerne le associazioni laicali dei fedeli; erige poi quelle che hanno un carat-tere internazionale e ne approva o riconosce gli statuti, salva la competenza della Segre-teria di Stato; per quanto riguarda i Terzi Ordini secolari, cura soltanto ciò che si riferisce alla loro attività apostolica.”(12)

E l'Esortazione apostolica Christifideles Laici dà un'idea del raggio di azione di questo compito quando segnala "la ricchezza e la versatilità delle risorse che lo Spirito alimenta nel tessuto ecclesiale” (…) come “pure la capacità d'iniziativa e la generosità del nostro laicato ", riconoscendo che “accanto all'associazionismo tradizionale, e talvolta alle sue stesse radici, sono germogliati movimenti e sodalizi nuovi”.(13)

Per questo motivo nel mese di dicembre del 2005, il Coordinatore Generale Miguel Esser, accompagnato dalla Consigliera Generale Sr. Gabriella Lisco ed dal Consigliere Generale Fr. Jorge Silanes, ha avuto un primo incontro con Mons.  Miguel Delgado Galin-do, del Pontificio Consiglio per i Laici, per informarsi circa i passi necessari per avere il riconoscimento ecclesiale del nostro movimento.

Mons. Galindo ha indicato la necessità di redigere uno Statuto che rifletta la vita del Movimento in termini che si adattino alle norme canoniche. Per la redazione di questo Statuto, si sono definite alcune date:

- Nel mese di maggio 2006 si solleciteranno distinti esperti per la redazione di un primo progetto.

- Nel mese di luglio 2006 si invierà questo primo progetto ai Coordinamenti territoriali, affinché sia studiato dai Coordinamenti locali e si facciano le osservazioni ed integrazioni pertinenti.

- Queste osservazioni ed integrazioni devono essere inviate al Coordinamento Centrale non oltre Aprile di 2007 .

- Ad ottobre 2007 , nell'incontro di Madrid, si proporrà un testo definitivo, che sarà votato dai Coordinatori territoriali.

 

i) Comunicazione

Crediamo che sia molto importante mantenere una comunicazione fluida tra tutti per crescere nel senso di appartenenza ad una stessa famiglia. Perciò, si invitano i Coordi-namenti territoriali del MLO a inviare mensilmente all'Orione News (USO@pcn.net) l' informazione sui distinti avvenimenti e notizie di famiglia. Incoraggiamo anche la visita periodica al sito web www.donorione.org .

Ricordiamo inoltre l'indirizzo di posta elettronica del MLO (mlo@pcn.net), nella quale speriamo di ricevere i vostri messaggi ed opinioni.

Infine incoraggiamo tutti a continuare nella strada intrapresa alcuni anni fa, per con-solidare sempre di più il senso di appartenenza ad un'unica Famiglia, la famiglia che Don Orione sognò sempre e chiediamo al Signore che ci accompagni e benedica.

 

Con un abbraccio fraterno vi salutiamo affettuosamente,

 

Miguel Esser, Coordinatore Generale del MLO
Angelo Matteucci, Tesoriere
Alejandro Bianco, Segretario
Fr. Jorge Silanes, Consigliere Generale FDP, incaricato del MLO
Sr. Gabriella Lisco, Consigliera Generale PSMC, incaricata del MLO

==========================================
(1) cfr. Carta di Comunione del MLO, n° 22
(2) CdC MLO n 1
(3) Ibidem n 3
(4) Ibidem n 20
(5) Ibidem
(6) Ibidem n 21
(7) Ibidem n 22
(8) Così si hanno espresso i due Consigli Generali nella loro Riunione annuale di dicembre 2005, facendo alcune proposte per la formazione dei religiosi e le religiose.
(9) CdC MLO n 21
(10) Ibidem n 22
(11) Ibidem n 14
(12) Pastor Bonus n 134
(13) Christifideles Laici n 29

14 Novembre 2012
Lo Statuto del Movimento Laicale Orionino
È datato del 20 novembre 2012 il Decreto con cui la Congregazione per la Vita Consacrata ha riconosciuto il MLO come "Associazione pubblica di fedeli laici".
9 Dicembre 2011
Quaderno di formazione 2011-2012 (IT - ES)
21 Gennaio 2011
Schede di formazione MLO 2010-2011 (IT -ES)
MENU RAPIDO Credits
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Stemma e simboli
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy