II silenzio è riposo morale (...) e silenzio religioso è, per lo spirito, preghiera, adorazione e unione con Dio.
Mercoledì, 21 Aprile 2021
2 Aprile 2021
BURKINA FASO: NELLE PERIFERIE IL CUORE DEGLI ORIONINI BATTE PIÙ FORTE
I Consiglieri generali Don Fornerod e P. De La Red Merino, si trovano in Burkina Faso per la Visita canonica. Don Fornerod ci parla di Tampelin, prima tappa del loro viaggio.

Tampelin è un piccolo villaggio del Burkina Faso, a sud della capitale Ouagadougou non molto lontano dal confine con il Benin e il Niger. In realtà sarebbe più corretto dire che Tampelin è una frazione del piccolo villaggio di Tougmentenga, tipico dell’Africa rurale, abitato da gente povera e laboriosa, abituata a vivere in una natura avara di risorse e priva di qualsiasi assistenza da parte delle istituzioni statali.

«A Tampelin ci si arriva percorrendo una pista in terra battuta, come sono le strade da queste parti, piena di polvere e di non poche sorprese, che con le piogge diventa impraticabile, precludendo ogni possibilità di comunicazione» fa sapere il Consigliere generale. I primi sacerdoti orionini arrivarono qui nel novembre del 2010 grazie alla generosità dell’Associazione Baobab - Amici di Tampelin con la quale continua una fruttuosa opera di collaborazione. Un proverbio burkinabé  dice: "Se le formiche si mettono d’accordo, possono spostare un elefante". Ed è quello che hanno fatto con il loro apostolato i religiosi orionini, che hanno raggiunto notevoli risultati con l’aiuto di tanti amici, volontari e benefattori. Nei primi due anni di attività è stato infatti realizzato un Dispensario medico per servizi sanitari elementari ed essenziali e, in particolare, per i problemi legati alla gravidanza ed al parto. Nei 10 anni di collaborazione tra l’Opera Don Orione e l’Associazione Baobab, i servizi di assistenza sanitaria e sociale a Tampelin sono stati rafforzati ed implementati con nuove attività rivolte anche ai sette villaggi circostanti. Oggi, infatti, il Centro di Salute e Promozione Sociale (C.S.P.S.) Saint Louis Orione Tougmentenga Tampelin è in grado di fornire ad una popolazione complessiva di circa 15.000 anime, servizi quali: ambulatorio di pediatria, ambulatorio di medicina generale, farmacia, educazione sanitaria, ostetricia e sala parto e posti letto per la degenza. 

«La maternità, che aiuta le donne di questa terra a dare alla luce i suoi figli - riferisce Don Fernerod -, registra oggi più di 380 nascite l’anno; ogni bambino che nasce trova l’abbraccio della mamma e anche l’accoglienza della comunità orionina della maternità. Qui, secondo i dati del 2020, sono state effettuate più di 4040 visite pre e post natali e somministrati altrettanti vaccini. Ogni giorno i religiosi orionini, gli infermieri, i laici e i volontari dell’Associazione Boabad-Amici di Tampelin, si uniscono per celebrare il miracolo della vita in questo lembo di terra del Burkina Faso».

Anche il Dispensario, integrato con la Farmacia, riceve e cura i malati 24 ore su 24 tutti i giorni, effettuando più di 10.000 visite l’anno.

Oltre alla cura della persona gli orionini sostengono anche l’istruzione di bambini e ragazzi, che possono così acquisire nozioni di base e imparare la lingua francese, requisito necessario per evitare l'emarginazione sociale. Don Fernando parla della scuola materna per bambini di età compresa tra i 3 ed i 7 anni inaugurata lo scorso anno, dove «attualmente ci sono 26 bambini, ma è una delle prime scuole tra tutte le zone rurali di questo Paese, lodata dalle autorità del Ministero dell’educazione quale esempio da seguire».

Nel riferire dell’incontro con i bambini e i ragazzi di Tampelin il Consigliere generale si sofferma a parlare della biblioteca che ha le caratteristiche di un centro multimediale, «piccolo ma molto significativo, che però offre un servizio che raramente (forse mai) ho visto in altri luoghi: il Centro educativo apre le sue porte dalle 19.30 alle 21.30 offrendo ai giovani delle scuole medie luce e una lavagna che si sviluppa lungo il muro perimetrale del Centro per dare a tutti loro la possibilità di fare i compiti. Non possono fare diversamente visto che in tutta l’area non c’è corrente elettrica. Questi giovani sono spinti dal desiderio di apprendere e di migliorare, malgrado le condizioni spesso avverse. Un atteggiamento che dovrebbe essere preso da esempio, soprattutto dai giovani che hanno tutto a disposizione per studiare».

Don Fornerod parla poi di come i religiosi orionini portano avanti il servizio pastorale, catechetico e liturgico nelle diverse comunità cristiane disseminate in più di 12 cappelle e centri di incontro della comunità cristiane. Tampelin dista circa 20 chilometri dalla sede della parrocchia, Dialgaye. «Negli anni i nostri missionari hanno saputo mantenere e costruire ottimi rapporti con i capi e i membri della comunità mussulmana (la maggioranza), e con le comunità dei cristiani riformisti ed evangelici. L’evangelizzazione della carità cristiana che si fa strada con la nostra comunità di sacerdoti e religiosi orionini, fa in modo che uomini e donne mussulmane, cristiane, o di altre religioni bussino alle porte del nostro Centro trovando un personale che serve con cuore e braccia aperte. Nessuno va via senza un conforto e un sollievo. Il segreto? Fare di queste esperienze di vita quotidiana l’opportunità non solo di servire il Signore nei poveri, negli ammalati, negli studenti, nei bambini, ma anche di sentirsi abbracciati dal Signore tramite ciascuno di loro».

Sottolinea come questa sia la forza della carità orionina, «così come per Don Orione, la carità non è stata solo un'attività ma anche un'esperienza, la carità è stata per lui la grande opportunità per testimoniare la presenza viva di Gesù in mezzo al suo popolo. Non solo. Per il nostro santo Fondatore è stata anche l'esperienza che Dio lo ha amato e abbracciato nei poveri che ha ricevuto e servito. Dall'Argentina, scrivendo ai suoi figli riuniti per gli esercizi spirituali, ha detto: “Nel nome della Divina Provvidenza, ho aperto le mie braccia e il mio cuore ai sani e ai malati, di tutte le età, di tutte le religioni e di tutte le nazionalità: insieme al pane materiale avrei voluto dare a tutti, ma soprattutto ai nostri fratelli, più sofferti e abbandonati, il balsamo divino della Fede. Molte volte ho sentito Gesù negli scartati e nei più sfortunati. Quest'Opera è così cara al Signore, che sembrerebbe essere l'Opera del suo Cuore; vive nel nome, nello spirito e nella grande fede nella Divina Provvidenza: il Signore non mi ha mandato i ricchi, ma i poveri, i più poveri e il popolo”».

Coloro che sono chiamati a far parte della Famiglia di Don Orione quindi «non servono solo Cristo nei poveri: loro stessi vogliono vivere come il loro Signore, difendendo le sorti degli "indifesi ed esclusi", per sperimentare nei loro cuori l'amore di Dio. Ecco perché nelle periferie il cuore degli orionini batte più forte!»

Tanto è stato fatto in questi anni ma ci sono ancora tanti sogni da realizzare: avere un’ambulanza per il trasporto dei malati e dei casi più gravi nei lontanissimi centri di salute pubblici; acquistare le batterie di riserva per l’energia solare, ma anche raccogliere fondi per la lotta alla malnutrizione, per la formazione delle mamme e la produzione locale di alimenti per i più piccoli.

«Alcuni sogni si sono avverati - conclude Don Fernando Fornerod -, abbiamo la fiducia di trovare amici che sicuramente hanno il desiderio che i loro cuori battano forte come quelli dei nostri missionari!».

20 Aprile 2021
KENYA: NUOVI ACCOLITI E LETTORI A NAIROBI
Sabato 17 aprile nella cappella della Casa di Formazione “Mary, Mother of the Church” dei Figli della Divina Provvidenza a Nairobi in Kenya, 4 religiosi hanno ricevuto il ministero di Lettorato e altr
20 Aprile 2021
FOGGIA: UNITI NELL’AMORE A MARIA
Sono iniziati domenica 18 aprile presso il Santuario “Madre di Dio Incoronata” di Foggia i festeggiamenti per il 1020° Anniversario dell’apparizione della Madonna.
19 Aprile 2021
COSTA D’AVORIO: FESTEGGIATI I 50 ANNI DI PRESENZA ORIONINA A BONOUA
I Figli della Divina Provvidenza hanno celebrato ieri a Bonoua i 50 anni di presenza in Costa D’Avorio.
Vedi tutte le foto
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Frate Ave Maria
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
La storia degli 11 cammelli
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it