Cari poveri: quanto vorrei consolarvi e passare la mia vita vicino a voi, a servirvi uno ad uno, come servirei Gesù Cristo!
Venerdì, 12 Agosto 2022
27 Febbraio 2013
BENEDETTO XVI: L'omaggio della Famiglia Orionina e del popolo cristiano
Saluto e congedo di Benedetto XVI all'ultima udienza in Piazza San Pietro: 150.000 fedeli, 500 orionini.

Oltre 150.000 in Piazza San Pietro per dirgli “Grazie” e salutarlo all'ultima udienza di Papa Benedetto XVI, mercoledì 27 febbraio.

La Famiglia Orionina è stata presente con una delegazione di 500 persone.

Alle 7.00 del mattino, nella Piazzetta del Sant’Uffizio, il Comitato Eventi Orionini aveva dato appuntamento. Rapidamente sono stati consegnati biglietti di accesso, cappellini e foulards (“Solo la carità salverà il mondo”) e bandiere biancogialle con l’Instaurare omnia in Christo voluto da Don Orione come motto della Congregazione.

C’era aria di festa e non di lutto, con canti, slogans scanditi gioiosamente (“Be-ne-det-to”, “Esta es la juventud del Papa”).

Con l’apertura dei varchi di accesso, il popolo orionino ha potuto trovare posto, seduti, abbastanza avanti nella piazza, per poter vedere Benedetto XVI ancora una volta. Molti i religiosi e i laici “di famiglia”: venivano oltre che da Roma, da tutte le comunità orionine d’Italia, un gruppetto anche dal Regno Unito. Gli orionini portavano un grande striscione con scritto: SEMPRE CON IL PAPA. Il superiore generale, Don Flavio Peloso, ha potuto trovare posto sul sagrato della Basilica,  dietro a Cardinali e Vescovi, tra i membri della Curia romana e altri superiori generali. Un posto di riguardo hanno avuto anche Suor Maria Bernadeth, che guidava la pattuglia delle Piccole Suore Missionarie della Carità, e Antonella Simonetta, vice-presidente del Movimento Laicale Orionino.

Grande emozione ed entusiasmo sono esplosi quando il Papa ha percorso la piazza salutando e benedicendo i presenti. Benedetto XVI, in piedi sulla papamobile, in una giornata di sole e azzurro e insolitamente mite, ha fatto un lungo percorso a serpentina per vedere ed essere visto dal maggior numero possibile di persone. Molti anche i bambini che erano raccolti in alcuni spazi vuoti della piazza, riservati per la sicurezza. Anche loro acclamavano “Viva il Papa” e potevano correre lungo le transenne per salutarlo. Alcuni bambini sono stati offerti dalle mamme per il bacio del Papa.

Con l'inizio della funzione religiosa è calato il silenzio, affettuoso e vibrante; gli striscioni e le bandiere sono stati abbassati.

L’udienza ha avuto il suo svolgimento normale: la presentazione al Papa dei fedeli  presenti; per primi tra gli italiani, è stato nominato il "pellegrinaggio della Piccola Opera della Divina Provvidenza di San Luigi Orione". È seguita la lettura del brano biblico, in 8 lingue compreso l’arabo. Infine l’atteso discorso di Papa (ancora e sempre) Benedetto XVI. Tutto da leggere il discorso, per capire il cuore di questo Santo Padre e le ragioni del suo gesto di rinuncia al pontificato. Tutti in piedi per un lungo, commosso e interminabile applauso al termine delle sue parole.

"No, nessun mio commento - ci ha detto Don Flavio Peloso - sono parole da leggere una a una. Sono le ultime parole di Benedetto XVI come Papa. Meglio ancora sarebbe riascoltarle e rivederle per cogliere a pieno negli sguardi, nei gesti, nel dialogo con la grande folla presente, fatto di applausi e di silenzi, il rapporto cuore a cuore, confidenziale e solenne, di Benedetto XVI con il popolo cristiano in un momento tanto importante.

Mi trovavo ai pedi del palco del Papa, emozionato e consapevole di partecipare a un grande evento. Il mio sguardo passava continuamente dal Papa, lì a 20 metri, alla folla che rappresentava tutta la cristianità. "Qui si può toccare con mano che cosa sia Chiesa – ha detto Benedetto XVI - non un’organizzazione, un’associazione per fini religiosi o umanitari, ma un corpo vivo, una comunione di fratelli e sorelle nel Corpo di Gesù Cristo, che ci unisce tutti". Confermo, confermo. Questo è quanto ho sperimentato con speciale trasparenza questa mattina, là in Piazza San Pietro".

A.P.

Video - Omaggio della Famiglia Orionina a Benedetto XVI
4 Agosto 2022
VARSAVIA: ESERCIZI SPIRITUALI DELL'ISO A ZDUNSKA WOLA
Dal 19 al 24 luglio, con la presenza della Responsabile Generale, Sig.na Rosita Dore, le consacrate orionine dell'ISO hanno fatto gli Esercizi Spirituali.
1 Agosto 2022
CONSIGLIO GENERALE: INTENZIONE DI PREGHIERA ORIONINA PER IL MESE DI AGOSTO 2022
Per intercessione di San Luigi Orione, al termine del 150° anniversario orionino, il Signore dia fecondità alle iniziative di apostolato e di vita religiosa suscitati in questo tempo.
28 Luglio 2022
LIBRI: QUALCOSA DI DON ORIONE
Il libro di Don Arcangelo Campagna, richiama l’attenzione sul film "Qualcosa di don Orione" nel trentesimo anno della sua uscita (1990), in omaggio e come ringraziamento a Olmi, a Siena e a quanti han
Lo slogan dell'omaggio a Benedetto XVI
Esultanza di cuori e di bandiere
Vedi tutte le foto
Video - Omaggio della Famiglia Orionina a Benedetto XVI
MENU RAPIDO Credits
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Inviaci una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Frate Ave Maria
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
La storia degli 11 cammelli
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy