La carità interpreta le parole e azioni in modo favorevole.
Sabato, 11 Luglio 2020
5 Febbraio 2015
BEATO FRANCIS DRZEWIECKI: la biografia del martire orionino a Dachau in inglese.
Il libro, stampato a Bangalore, edito dalla Delegazione Missionaria "Mother of the Church".

La biografia del beato martire Francesco Drzewiecki è ora disponibile anche in lingua inglese.

Flavio Peloso e Jan Borowiec, Francis Drzewiecki. N. 22666: a priest in a concentration camp pubblicato da Optim Graphics & Publications, Bangalore 2015, p. 160, rende accessibile nel mondo anglofono la storia di una delle più esemplari figure di giovane orionino formato direttamente alla scuola di Don Orione.

 

            La Polonia, soffrì più di ogni altra nazione l'oppressione e distru­zione nazista durante la II guerra mondiale (1939-1945). La ferita più inumana e desolante di quel periodo resta, forse, quella delle migliaia di morti nei Lager tedeschi. Quello di Dachau, in particolare, è legato ad una delle pagine più tragiche e gloriose del Clero polacco: in esso furono reclusi ben 1773 ecclesiastici e di essi 868 vi trovarono la morte.

             Tra gli eroici testimoni della fede e della carità cristiana uccisi a Dachau, brilla di splendore la figura di un giovane prete orionino, Don Francesco Drzewiecki.
             Il libro, ben documentato storicamente, narra la sua vicenda.  Nato a Zduny (Lowicz), il 26.2.1908, si formò accanto a Don Orione a Tortona, durante gli anni del noviziato e degli studi di teologia. Come diacono fu all’Istituto “Gentili” di Fano e, dopo l'ordinazione sacerdotale a Tortona il 29 giugno 1936, fu al Piccolo Cottolengo di Genova-Castagna.
             Tornato in Polonia, fu educatore di giovani a Zdunska Wola e poi parroco e incaricato del Piccolo Cottolengo a Wloclawek. Proprio a Wloclawek fu arrestato con tutto il clero della città e poi inviato nel Lager di Dachau con il numero 22666. La data della sua morte, comunicata dal Lager di Dachau, è il 13 settembre 1942, ma fu effettivamente eliminato il 10 agosto precedente. Aveva solo 34 anni e 6 di sacerdozio.

            La carità, frutto della abituale unione con Dio, fu il tessuto della sua vita. Lo sostenne e lo esaltò anche nella lunga via crucis di umilia­zioni e di sofferenze nella prigionia nazista: a Wloclawek, Lad, Szczyglin, Sachsenhausen e infine a Dachau. Dai compagni di lager fu ricordato come "l'uomo che edificava con la sua cortesia e premura" (Mons. F.Korszynski).

 

           A.P.

 

11 Luglio 2020
DAL KENYA ALLE FILIPPINE SEGUENDO IL CARISMA DI DON ORIONE
Qualche giorno fa sono arrivati in Curia generale Don Mimmo Napoli, rientrato dal Kenya, e Don Fausto Franceschi, arrivato dalle Filippine.
10 Luglio 2020
ARGENTINA: A VICTORIA CONSEGNA DI CIBO PER CHI È IN DIFFICOLTÀ E SOSTEGNO PER I PIÙ SOLI
A Victoria, in Argentina, il rigoroso e prolungato isolamento sociale ha generato una grave crisi economica in molte famiglie, a causa della reale impossibilità di andare al lavoro, spesso in attività
9 Luglio 2020
PARAGUAY: LA COMUNITÀ DI MARIANO ROQUE ALONSO REAGISCE ALLA PANDEMIA
Anche in Paraguay, nella comunità orionina di Mariano Roque Alonso, è stato necessario ripensare e rimodulare tutte le attività a causa della pandemia di Covid-19.
Don Francesco Drzewiecki con Don Orione e il card. Minoretti (Genova, 1937)
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
La vita
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it