Tutto passa solo Cristo resta! E’ Dio e resta! Resta per illuminarci, resta per consolarci.
Venerdì, 22 Febbraio 2019
4 Febbraio 2019
ALBANIA: PERIODO DI INTENSA ATTIVITÀ NELLA MISSIONE DI BARDHAJ
Sono state settimane molto intense nella missione orionina di Bardhaj, nel nord dell'Albania.

Oltre alle attività ordinare (l'oratorio, il catechismo, gli incontri di formazioni, le visite, le benedizioni, ecc...), ci sono stati infatti alcuni eventi molto significativi che hanno segnato questo ultimo periodo: 50 giovani hanno completato la propria preparazione e ricevuto la cresima da Mons. Angelo Massafra, arcivescovo metropolita di Scutari-Pult; è stato presentato, come ormai da tradizione, il messaggio di papa Francesco per la Giornata mondiale della pace al teatro Migjeni, il principale della città di Scutari, alla presenza delle autorità civili, religiose e di un numeroso pubblico; infine, i giovani di Bardhaj e quelli di Oblike hanno partecipato al cammino di formazione umana e cristiana nello spirito di Don Orione.

Le comunità orionine in Albania hanno inoltre ricevuto la visita del Padre Provinciale Don Aurelio Fusi e del Consigliere alla Pastorale giovanile-vocazionale Don Giuseppe Volponi, che per la prima volta ha visitato l’Albania. Insieme è stata fatta una riflessione sulle prospettive della missione in Albania sottolineando potenzialità e difficoltà. In questi ultimi anni si sta assistendo ad una depauperazione della nazione, e le forze migliori, cioè i giovani albanesi, in questo momento storico sono proiettati verso l’emigrazione: Italia, Grecia, Germania, Inghilterra, Francia, Stati Uniti sono le mete desiderate, non vedendo in Albania nessuna speranza di futuro per una vita serena e dignitosa. I ragazzi studiano e imparano un mestiere per poi partire, aggregandosi silenziosamente ai grandi flussi migratori dall’Africa e dal medio oriente con il vantaggio di avere già un punto di riferimento negli stati di destinazione: parenti, amici, conoscenti.

Nonostante questo, i lavoro dei missionari orionini proseguono a pieno ritmo anche perché, in questo periodo, il freddo della stagione invernale aumenta i disagi soprattutto delle famiglie più povere che non hanno una casa adeguata e un lavoro sicuro e quindi le richieste di aiuto si moltiplicano: viveri, legna, medicine ed altri beni primari.

22 Febbraio 2019
PARAGUAY: NUOVA ATTIVITÀ PASTORALE A LUQUE
Il 20 febbraio l'Opera Don Orione in Paraguay ha iniziato una nuova attività pastorale nella Quasi Parrocchia Cristo Rey che si trova Luque.
22 Febbraio 2019
VENEZUELA: APPELLO DEI VESCOVI, “FAR ENTRARE GLI AIUTI UMANITARI È UN DOVERE MORALE”
“Il Paese ha bisogno di aiuti umanitari. Il regime ha l’obbligo di affrontare i bisogni della popolazione e al fine di facilitarne l’ingresso e la distribuzione, evitando ogni tipo di violenza repress
21 Febbraio 2019
GENOVA: DON PAOLO CLERICI NUOVO PARROCO DI SAN GIUSEPPE BENEDETTO COTTOLENGO
Domenica scorsa 17 febbraio 2019 presso la Parrocchia “San Giuseppe Benedetto Cottolengo” di Genova, il Cardinale Arcivescovo Angelo Bagnasco ha presieduto la cerimonia di insediamento del nuovo parro
Vedi tutte le foto
MENU RAPIDO Credits
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Case di don Orione
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy