E’ il cuore che fa l’uomo, cioè è il cuore che fa la grandezza morale dell’uomo, ma quando il cuore è, quale dev’essere, un altare sacro a Dio.
Martedì, 15 Ottobre 2019
5 Ottobre 2019
AL VIA DOMENICA L’ASSEMBLEA SPECIALE DEL SINODO DEI VESCOVI PER LA REGIONE PANAMAZZONICA
All’Assemblea Speciale del Sinodo dei vescovi per la regione Panamazzonica che si svolgerà in Vaticano dal 6 al 27 ottobre.

Parteciperanno al Sinodo Panamazzonico 184 Padri Sinodali, di cui 136 di loro come  ex officio; tra questi 113 provengono dalle diverse Circoscrizioni ecclesiastiche Panamazzoniche. I numeri sono stati resi noti dal  cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo dei  vescovi che ha sottolineato come "a differenza delle Assemblee  Generali Ordinarie e Straordinarie", non si tratti "di una rappresentanza parziale dei vescovi. Sono convocati tutti i Presuli della Regione, facendo risaltare in questo modo la collegialità, caratteristica peculiare dell’istituzione sinodale".

"É tutta la Chiesa che mostra - ha osservato - la sua sollecitudine per l’Amazzonia: per le difficoltà, i problemi, le preoccupazioni e le sfide che in essa si riscontrano, ma anche  essendo pronta ad accogliere il contributo per un’esistenza migliore  che da essa può giungere".

Tornando ai numeri: i capi dei dicasteri della Curia Romana sono 13. Nel numero complessivo rientrano anche i membri del Consiglio pre-sinodale, 15 religiosi eletti dall’Unione dei Superiori Generali e 33 Membri di nomina pontificia. Tra i Padri  Sinodali figurano 28 cardinali, 29 arcivescovi, 62 vescovi  residenziali, 7 ausiliari, 27 vicari apostolici e 10 vescovi prelati,  21 membri non vescovi, tra diocesani e religiosi. Baldisseri ha ricordato che la Regione Panamazzonica "occupa un territorio di nove  Nazioni (Guyana francese, Repubblica cooperativista della Guyana,  Surinam, Venezuela, Colombia, Ecuador, Brasile, Bolivia, Perù).

Per questo motivo - ha aggiunto -, i Padri Sinodali ex officio appartengono a 7 Conferenze episcopali: Antille, Venezuela, Colombia,  Ecuador, Brasile, Bolivia, Perù. Così, tra i 113 Padri Sinodali delle Circoscrizioni Ecclesiastiche Panamazzoniche, 3 provengono dalle Antille, 6 dal Venezuela, 13 dalla Colombia, 7 dall’Ecuador, 57  dal Brasile, 11 dalla Bolivia, 10 dal Perù".

La dimensione universale della Chiesa "viene espressa anche dai 33 Membri di nomina pontificia, i quali provengono in special modo da  Paesi e zone geografiche, come ad esempio il bacino fluviale del  Congo, che presentano le stesse problematiche ecologiche che costituiscono uno dei due grandi ambiti richiamati nel titolo del Sinodo".

Partecipano inoltre al Sinodo 6 delegati Fraterni, in rappresentanza di altre Chiese e Comunità ecclesiali presenti nel territorio amazzonico, "la cui presenza - ha detto  Baldisseri - alimenta in noi il desiderio di poter conseguire la  piena unità visibile della Chiesa di Cristo e rafforza la volontà  di lavorare insieme, sicuri che lo Spirito Santo é all’opera e  suggerisce percorsi nuovi per l’annuncio e la testimonianza del  Vangelo di Gesù Cristo". Di particolare rilievo é pure la presenza di 12 invitati speciali, "il numero più alto finora fra i  partecipanti a un’Assemblea Speciale. Sono stati scelti per la loro elevata competenza scientifica oppure in quanto membri di enti che  nei più svariati modi svolgono attività di natura umanitaria o  tendenti alla salvaguardia dell’ambiente".
Integrano il numero dei partecipanti 25 esperti, designati a motivo di competenze specifiche in vari campi che collaboreranno con il Relatore Generale e i Segretari Speciali in ordine alle tematiche  che vengono trattate". Gli uditori e le Uditrici sono 55 e tra di  loro "figurano specialisti e operatori di pastorale, la cui  maggioranza proviene dalla Regione Panamazzonica, anche dai luoghi  più interni.

In questo  gruppo ci sono 10 religiose presentate dall’Unione Internazionale delle Superiore Generali (Uisg). Il numero complessivo delle religiose é superiore agli altri Sinodi, a testimonianza della rilevanza pastorale e missionaria che esercitano". Tra i partecipanti a vario titolo al Sinodo, emerge pure la presenza di 17 rappresentanti di diversi popoli originari ed etnie indigene, tra i quali 9 donne, "essi portano la voce e la testimonianza viva delle  tradizioni, della cultura e della fede delle loro genti e  contribuiscono a delineare una conoscenza della situazione della  Regione Panamazzonica che sia la più rispondente possibile alla  realtà locale".

14 Ottobre 2019
BONOUA: INIZIATI I LAVORI DELL’ASSEMBLEA GENERALE DI VERIFICA.
Sono iniziati questa mattina il lavori dell’Assemblea generale di verifica in corso a Bonoua fino al 20 ottobre 2019.
14 Ottobre 2019
COSTA D’AVORIO: GRANDE FESTA DI ACCOGLIENZA ALLA PARROCCHIA SAINT PIERRE CLAVER DI BONOUA
Si è svolta domenica 13 ottobre presso la parrocchia Saint Pierre Claver di Bonoua la Messa solenne di apertura dell'Assemblea Generale di Verifica della Congregazione dei Figli della Divina Provviden
13 Ottobre 2019
COSTA D’AVORIO: L’EVANGELIZZAZIONE PASSA ATTRAVERSO LE OPERE DI CARITÀ
A Bonoua la visita al Centro “Don Orione” per diversamente abili e alla Scuola Tecnico Professionale “Don Orione”, da parte dei Delegati dell’Assemblea Generale di Verifica.
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
La vita
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it