Serbiamo in cuore quel celeste silenzio che nessun rumore del mondo può rompere.
Giovedì, 9 Aprile 2020
16 Gennaio 2016
ITALIA: Giornata del Migrante e del Rifugiato.
La Chiesa italiana dedica la domenica 17 gennaio al tema. Fatti e dati sull'immigrazione in Italia oggi.

Quando nel 1914, alla vigilia della prima guerra mondiale, la Fondazione “Migrantes” istituì la prima Giornata  del Migrante aveva certo per obiettivo l’aiuto e il sostegno spirituale e materiale dei milioni di emigranti italiani che avevano raggiunto le più diverse nazioni di Europa, in America del Nord e del Sud, fino all’Australia. La 102ma Giornata del Migrante e del Rifugiato di domenica 17 gennaio 2016 è focalizzata sull’accoglienza di quanti giungono in Italia, fuggendo da miseria e da violenza e cercando un futuro di speranza.

Quanti immigrati in Italia nel 2015? Secondo i dati pubblicati dalla Fondazione Migrantes, il flusso migratorio del 2015 ha visto arrivare in Italia 153.842 immigranti, cui si deve aggiungere una non precisata quota di immigrati non registrati o clandestini. Comunque, c’è stata una diminuzione del 9% di immigrati in Italia rispetto al 2014, perché si è verificato un cambiamento di rotta: chi viene dal Medio Oriente, dal Corno d’Africa e dall’Asia, opta sempre più di passare per la Turchia e/o per la Grecia. Per avere l’idea, per 1 persona sbarcata in Italia, ce ne sono 5 che sono barcate in Grecia.
I nomi di Lampedusa, Augusta, Pozzallo ci stanno diventando familiari perché sono I luoghi di primo arrive e smistamento degli immigrati, assieme a Reggio Calabria, Catania, Palermo, Trapani e Taranto. La larghissima maggioranza dei migranti arriva dalla Libia (85%).

Chi sono e da dove arrivano? Mentre diminuiscono i migranti dal Medio Oriente e dall’Africa settentrionale, aumentano quelli dall’Africa sub sahariana, con grande crescita di Eritrei, Nigeriani e Somali; in forte diminuzione sono i Siriani, egli Egiziani e i Palestinesi. Gli uomini sono sei volte di più rispetto alle donne; i minori non accompagnati sono stati oltre 15mila e inquieta il dato di quasi 6000 minori definiti “irreperibili”.

Un immigrato su due è "richiedente asilo".  Delle 153.842 persone arrivate in Italia nel 2015, ben 82.940 hanno fatto richiesta di asilo, in crescita rispetto alle 64.689 del 2014. È indice che chi arriva viene spinto sempre più da emergenze belliche e di persecuzione, come le nazioni di provenienza lasciano chiaramente intendere, oppure che questa via è stata aperta per sfuggire alle norme ordinarie sull’immigrazione?

Dove sono accolti gli immigrati? In Lombardia (13.480), Sicilia (12.373), Lazio (8.232), Campania (8.034), Piemonte (7.933), Veneto (7.922), Emilia Romagna (6.493) e Puglia (5.839).

   A. P.

9 Aprile 2020
MILANO: AL PICCOLO COTTOLENGO, ANCHE IL DIRETTORE IMPEGNATO NEI REPARARTI ISOLATI PER COVID-19
Don Pierangelo Ondei, Direttore del Piccolo Cottolengo Milanese, impegnato in prima linea con gli operatori che lavorano nei reparti dell’istituto, isolati per l’emergenza sanitaria.
8 Aprile 2020
SPAGNA: A POSADA DE LLANES GLI ORIONINI IN AIUTO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ A CAUSA DEL COVI-19
Il Centro Don Orione e l’Associazione “El Patiu” di Posada de Llanes stanno collaborando con diversi enti e associazioni locali per aiutare le persone che, a causa della pandemia di coronavirus, sono
7 Aprile 2020
DALLE FILIPPINE L'APPELLO DEGLI ORIONINI PER SOSTENERE I PIÚ POVERI PRIME VITTIME DEL COVID 19
Qualche giorno fa, Padre Julio Cuesta, missionario orionino a Montalban, ci informava sulle conseguenze che la pandemia di coronavirus avrebbe avuto nelle Filippine, dove ormai il numero dei contagi s
MENU RAPIDO
Help & Feedback
Help
Frequently Asked Questions
Invia una richiesta
Informativa Privacy
Cookies
Altre lingue
Contenuti più visitati
Contattaci
Link della Congregazione
Figli della Divina Provvidenza
Don Orione oggi
Don Flavio Peloso
La vita
VATICANO: In visita alla Casa di Santa Marta, sede
Siti amici
Piccole Suore Missionarie
Istituto Secolare Orionino
Movimento Laicale Orionino
Servizio Esperti Volontari
ENDO-FAP
Il Papa e la Santa Sede
Contatti
Come contattare la Piccola Opera nel mondo
© 2011-2016 Piccola Opera della Divina Provvidenza - Diritti Riservati Termini di utilizzo Privacy Policy by PRiNKOLab.it